• Item 01

    "Il tono posturale si adatta a qualsiasi trasformazione della posizione relativa al corpo..."
    Rodolfo Magnus
  • 1
Lunedì, 19 Ottobre 2015 10:59

Terza età, una risorsa importante

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Nella società occidentale si sta delineando un profilo di popolazione caratterizzato da una progressiva prevalenza dei cosiddetti anziani, cioè coloro che hanno un’età superiore ai 65 anni. Dall’inizio dello corso secolo a oggi l’età media di sopravvivenza è passata da poco più di 40 anni agli attuali 75-80, con una prevalenza femminile della longevità. Molte conoscenze nel campo della biologia, delle neuroscienze, della psicologia e della medicina sono in grado di spiegare il processo dell’invecchiamento, di capire in misura più profonda i meccanismi che lo favoriscono e addirittura l’accelerano. Ne consegue che molto si può fare per migliorare questa fase del la vita, non solo allungandone la durata, ma ancor più elevandone la qualità.

C’è una tendenza all’emarginazione delle persone anziane perché non fanno più parte del ciclo produttivo economico e pertanto sono ritenute non più utili. Si dimentica facilmente che le persone con un percorso di vita importante in termini di esperienza, di cultura lavorativa, di sentimenti e di saggezza rappresentano invece una risorsa preziosa da valorizzare e preservare. I più recenti studi scientifici mettono in luce che i cardini fondamentali per con trastare efficacemente il processo di invecchiamento sono soprattutto due: una corretta attività fisica e un’alimentazione ottimale rigorosamente personalizzata. Tanto si può fare per il benessere fisico a qualsiasi età e molto significativo ed utile è fare in modo che le persone anziane vivano in piena armonia la loro dimensione psicologica, sociale e affettiva grazie a un corpo ancora efficiente, in grado anche di allontanare quella cattiva pressione psicologica che subdolamente si instaura con gli anni e che si chiama depressione. L’organismo, se allenato adeguatamente all’età, risponde magnificamente in termini di efficienza, di movimento, di riflessi e percezione di armonia e di benessere fisico e psicologico. L’alimentazione corretta può fare anch’essa moltissimo. È nota, ad esempio, la estrema nocività di tossine e di “radicali liberi” originati dall’organismo, non solo di derivazione alimentare, ma anche come conseguenza dello stress quotidiano. In generale, comunque, è bene limitare il più possibile il carico calorico dei pa - sti, i grassi animali e gli zuccheri; mangiare poco e sovente; seguire una dieta bi - lanciata con buona prevalenza di frutta e verdura e bere molta acqua a digiuno. Una sana abitudine al movimento quotidiano, possibilmente guidato secondo princìpi di fisiologia adatti all’età e al soggetto, è fondamentale per mantenere elevata la qualità della vita. Addirittura il profilo dell’umore ne risente positivamente, migliorandolo di molto e allontanando drasticamente lo spettro della depressione. Oggi esistono strumenti diagnostici e terapeutici molto efficaci per il miglioramento delle capacità motorie, in grado di restituire agli anziani u na buona mobilità, riducendo i rischi di cadute. Presso il nostro Istituto è possibile effettuare un test gratuito, della durata di 15 minuti circa, che svela la vera età del corpo in relazione all’età anagrafica. La terza età è un patrimonio inestimabile e un riferimento sicuro per la società che deve assolutamente essere salvaguardato.

Letto 1032 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Giugno 2018 10:15

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

BIGtheme.net http://bigtheme.net/ecommerce/opencart OpenCart Templates
div>